E’ in crescita l’attenzione verso la fine della vita e la ricerca di luoghi idonei a rispettare i desideri delle persone, ma anche a garantire la qualità e dignità desiderate della cure necessarie.
La metodologia e la filosofia delle cure palliative raccolgono sempre più consensi e sono diventate un punto fermo nella cultura dei servizi. Ma mancano ancora strutture dedicate. Le cure palliative si sono sviluppate nell’area delle malattie oncologiche e solo di recente è stata compresa l’importanza di estenderne i benefici anche alla fine della vita conseguente a malattie di diversa natura.
Nei prossimi anni aumenterà la richiesta di servizi e strutture dedicate a fornire cure di buona qualità agli ultimi tre-sei mesi di vita delle persone di ogni età, quando la morte sia legata a malattie non guaribili e di lunga durata. Strutture che raccolgano l’esperienza dei tradizionali hospice, trasferendo metodologia e attenzioni a persone con esigenze diverse ma di corrispondente complessità